| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions. Connect your Gmail, DriveDropbox, and Slack accounts and in less than 2 minutes, Dokkio will automatically organize all your file attachments. Learn more and claim your free account.

View
 

Il formato pdf

Page history last edited by Cloe Nencioni 10 years, 9 months ago

compito n° 3 "il PDF"

Il PDF è un formato di file basato su un linguaggio di descrizione di pagina per rappresentare documenti in modo indipendente dall' hardware e dal software utilizzati per generarli o per visualizzarli. (definizione presa da wikipedia)

Una delle caratteristiche principali è che è un formato aperto e quindi a disposizione di tutti, cioè ognuno di noi può creare applicazioni che leggono e scrivono file PDF senza pagare i diritti alla casa prodruttrice.

Un' altra caratteristica dei file PDF è che da la possibilità all' utente di proteggere il file tramite una password, questa password è rappresentata da una chiave crittografica che può arrivare a 128 bit.

Per il momento questo tipo di protezione non è molto potente e non è difficile, tramite appositi programmi, rompere la chiave.

Personalmente ho iniziato a utilizzare il PDF solamente da quando frequento l'università, e anche se a volte può risultare un pò scomodo, esempio per stampare alcuni file, si è rivelato uno strumento molto utile in quanto mi permette di portare in una semplice chiave USB molte materie del corso.

 

Compito numero 3

 

Ammetto di non conoscere a fondo il formato PDF, nonostante lo utilizzi quotidianamente nella lettura di file per l'università. Ho quindi approfondito questo argomento con varie letture in rete e, raccogliendo le informazioni così ottenute, posso dire che: la sigla "PDF" sta per "Portable Document Format" ed indica un formato di file elettronico creato dalla Adobe Inc.Il PDF è letto dall'Acrobat, che è un programma scaricabile gratuitamente per tutte le piattaforme di computer, nella sua versione Acrobat Reader.

Tale formato permette di convertire un qualsiasi documento elettronico in un file che abbia determinate caratteristiche:

  • Un file PDF risulterà visualizzabile, leggibile e stampabile da qualsiasi sistema operativo.
  • Sarà una riproduzione esatta del layout originale: colori, immagini, caratteri ed altro.Un file PDF può infatti descrivere documenti che contengono immagini in qualsiasi risoluzione. Le informazioni del file sorgente rimarranno inalterate indipendentemente dall'applicazione utilizzata per creare il file. Si ha quindi la massima portabilità, come dice il nome stesso :"Documento in Formato Portabile".
  • Un file PDF è garanzia di sicurezza, in quanto è possibile proteggerne il contenuto mediante firme digitali o password.
  • Lo standard PDF è uno standard aperto: tutti hanno la possibilità di creare applicazioni che permettano la visualizzazione, la lettura e la creazione di file PDF senza pagare i diritti alla Adobe Systems.

Il formato PDF garantisce quindi affidabilità, portabilità e compatibilità, indipendentemente dalla piattaforma che si sta utilizzando.

Cloe Nencioni

http://cloenencioni.blogspot.com/2010/01/compito-numero-3.html

Niccolò Bellosi

http://niccobellosi.blogspot.com/2009/12/il-pdf.html

 

COMPITO N.3 "Il formato PDF"

Premetto che mi limiterò a scrivere ciò che realmente so del formato PDF senza copiare ed incollare ciò che si trova in rete o nei post dei miei colleghi…!:)

PDF” è la sigla di Portable Document Format ed indica un formato di documento elettronico,creato dall’Adobe Inc. Questo formato è impiegato maggiormente per la diffusione di tutorial e vari documenti.La caratteristica principale del formato PDF è la garanzia di portabilità e compatibilità indipendentemente dalla piattaforma che si sta utilizzando.

Non conosco a fondo tutte le caratteristiche di questo formato,ma mi capita spesso di utilizzarlo per la conversione di documenti,creazione di brochure,cataloghi-prodotti per l’azienda di famiglia e lettura di file didattici forniti dai docenti universitari(per la preparazione del prossimo esame non farò riferimento ad un testo cartaceo,bensì ad un e-book!)

Un po’ troppo sintetica forse??Prometto di ampliare le mie conoscenze in merito…

 

Rosellina Di Bona

http://rosellinauniv.blogspot.com/2009/08/compito-n3.html

 

 

COMPITO NUMERO 3:  PDF

PDF L'UNIVERSALE

 

Il PDF  si è imposto come formato standard per l’archiviazione e condivisione di documenti su piattaforme e sistemi operativi diversi. Ed è una grande comodità anche in ambito domestico.

Da quando il computer è diventato “personal”, e quindi è stato utilizzato per la produttività aziendale o personale, è nata la ricerca di un formato di file che potesse essere letto con ogni tipo di PC, con qualsiasi sistema operativo, qualunque fosse il suo contenuto

L’obiettivo non era facile, ma Adobe una delle principali aziende del settore della grafica e nella stampa, lo ha raggiunto creando e sviluppando nel 1993 il formato PDF, acronimo di Portable Document Format.

Per leggere i file PDF occorre procurarsi un lettore gratuito (adobe o altri software simili) mentre per crearli esistono programmi altrettanto gratuiti o alla portata di tutte le tasche.

I programmi che creano i PDF analizzano il file che deve essere trasformato, ne rilevano il testo ed elementi grafici e li riportano, comprimendoli secondo determinati algoritmi, restituendo un file quanto più prossimo all’originale, ma leggibile qualsiasi computer dotato di lettore PDF

I file ottenuti sono più leggeri di quelli di partenza e possono essere facilmente archiviati, spediti via posta elettronica oppure inseriti in siti internet e da lì visualizzati online. Il vantaggio di non poter essere alterati se vengono impostati i livelli di protezione massima.

Il formato PDF è stato studiato per essere pratico come quello cartaceo, ma con la semplicità di gestione, archiviazione, catalogazione e ricerca tipiche di un file elettronico.

Si parte normalmente da un file creato con un altro programma e lo si trasforma in PDF grazie a strumenti informatici appositi i quali simulano in pratica una “stampa”, che anziché dirigersi su una stampante fisica genera un file PDF. Con i programmi più sofisticati come Acrobat Professional si possono manipolare i file PDF per esempio per inserire un indice con rimandi ipertestuali all’interno del testo stesso, per facilitare la successiva consultazione. Si possono impostare diversi livelli di sicurezza per i file, da quello massimo che implica che non si può toccare nulla del PDF a quelli intermedi che consentono per esempio di copiare e incollare il testo e le foto, oppure entrambi. Si può anche “bloccare” la visione, la modifica o la stampa del documento subordinandola a una password cosicché solo coloro che sono autorizzati possano mettere mano al documento stesso.

 

 

Francesca Papi

http://et-telefonocasa.blogspot.com/2009/05/assignement-3.html

http://et-telefonocasa.blogspot.com/

 

 

Compito numero 3: IL FILE PDF

Francesca Carretti http://franci88.wordpress.com

 

Il PDF è un formato di dato compresso che viene utilizzato soprattutto per i testi, ma è molto versatile sia per foto che per  grafici ecc.

Il programma più  famoso per la lettura di questo tipo di dato è Acrobat Reader, facilmente scaricabile da Internet gratuitamente. Il principale vantaggio del formato di dato PDF è la dimensione che un file può avere, infatti a parità di parole il PDF è molto più leggero di altri formati, come ad es. il formato Word (doc).

Ho utilizzato il PDF quando ho dovuto stampare in una copisteria un documento personale, poichè un altro vantaggio del PDF è che esso non è modificabile e quindi il documento non può essere manipolato (neanche a livello di formattazione).

Questo formato può essere utilizzato anche come allegato delle e-mail, infatti come ho detto in precedenza essendo un formato di dato più leggero, rende le e-mail di minore dimensione e quindi più velocemente inviabili, anche con connessioni ad Internet molto lente!!

Infine c'è da dire che il formato di dato PDF è compatibile con tutti i sistemi operativi e quindi può essere utilizzato da tutti per la condivisione di documenti, a patto di avere il programma per leggerlo. Per la creazione di file PDF si può utilizzare direttamente Word (ha questa funzionalità al momento del salvataggio), oppure utilizzare programmi più complicati come "pdfcreator" o "latex".

 

 

Compito numero 3: IL FILE PDF

Dato che molto, se non quasi tutto è già stato detto sul formato pdf, io volevo descrivere un particolare uso di questo: come unire diversi documenti in un solo file pdf.

Con Adobe Acrobat@ potete combinare documenti pdf di varie origini in un solo file compatto. Colleghi in reparti o persino in uffici diversi possono  collaborare allo stesso progetto. E' sufficiente che tutti i file siano ricevuti in formato PDF Adobe. Sarà così possibile unire file in un unico documento, pronto per essere distribuito.

Ecco le principali tappe da seguire:

1- Aprire tutti i file Adobe PDF da unire.

Aprire i file PDF che desiderate unire e scegliete Finestra - Affianca - Verticalmente. In questo modo potrete vedere tutti i documenti sullo schermo del computer;

2- Unire tutte le pagine in un solo file.

Nel riquadro di spostamento di ogni file, fate clic sulla scheda della palette Miniature. Il riquadro di spostamento si espande per consentire la visualizzazione ordinata della miniatura di ogni pagina. Trascinate una miniatura da un documento in un altro. Per ogni pagina inserita, tutte le pagine successiv nel file di destinazione vengono rinumerate.

Oltre a inserire il contenuto, le miniature sono utili per riorganizzare un documento. E' sufficiente trascinare una miniatura in una posizione diversa e Adobe Acrobact rinumera automaticamente tutte le pagine.

3- Come aggiungere pagine intranet o Web.

Per aggiungere pagine dal sito intranet della società, eseguite una delle seguenti operazioni:

  • in Windows, aprite il browser Web e individuate la pagina da Inserire nel documento. Ridimensionate la finestra del browser in modo da poter visualizzare la casella URL e la palette Miniature di Acrobact. Trascinate l'URL direttamente nella palette Miniature.
  • in Mac OS, scegliete Strumenti - Cattura Web - Apri pagina Web. Immettete un URL nell'apposito campo e fate clic su Scarica. La pagina  verrà convertita in un file PDF Adobe e sarà così  possibile trascinarne la miniatura nel documento finale. Potete usare lo stesso metodo per incorporare le pagine Web nel documento PDF. Adobe Acrobact mantiene infatti tutti gli elementi e i link della pagina, compresi fotogrammi  fogli di stile sovrapposti.

4- Impostare le opzioni di stampa.

Se al documnto vengono aggiunte pagine di grandi dimensioni, dovrete regolare le impostazioni di stampa. Sceglete File - Stampa ed eseguite una delle seguenti operazioni:

  • nella sezione Copie e egolazioni della finestra di dialogo Stampa, scegliete RIduci alle dimensioni del foglio;
  • per stampare in porzioni, fate clic sul pulsante avanzato: verrà aperta la finestra di dialogo Impostazioni di stampa. Scegliete Automatico e impostate Sovrapponi in modo che l'impostazione coincida con i margini non stampabili della stampante. Quando il margine verrà ritagliato, le varie porzioni corrisponderanno esattamente.

Confesso di non aver quasi mai avuto esperienza con il PDF, se non in rari casi in cui mi è capitato di dover aprire o scaricare file di questo tipo. Data la mia scarsissima esperienza, le informazioni sopra citate, sono state tratte dal sito www.adobe.com.

 

Federica Zucconi: http://fedediet88.blogspot.com

 

 

 

 

 

COMPITO 3:

Martina Seravelli

Il PDF, abbreviazione di Portable Document Format, è un formato di file basato su un linguaggio di descrizione di pagina sviluppato da Adobe Systems nel 1993 per rappresentare documenti in modo indipendente dall'hardware e dal software utilizzati per generarli o per visualizzarli.

Un file PDF può descrivere documenti che contengono testo o immagini in qualsiasi risoluzione. Inoltre è un formato aperto, in quanto chiunque può creare applicazioni che leggono e scrivono file PDF senza pagare i diritti alla Adobe Systems. Il documento PDF, dato che non include informazioni specifiche per software, hardware e sistema operativo usato, permette che il documento venga visualizzato e renderizzato* nella stessa esatta maniera, indipendentemente dal dispositivo utilizzato per leggerlo. Anche questo fatto ha contribuito a farlo diventare un formato standard molto diffuso per la condivisione dei documenti.

Ogni documento PDF contiene una completa descrizione del documento, composta da proprietà (Titolo, Autore, ecc.) testo, stili di carattere, immagini e oggetti di grafica vettoriale** che compongono il documento.

*RENDERING: termine dell'ambito della computer grafica che identifica il processo di "resa", ovvero di generazione di un'immagine a partire da una descrizione matematica di una scena tridimensionale interpretata da algoritmi che definiscono il colore di ogni punto dell'immagine. La descrizione è data in un linguaggio o in una struttura dati e deve contenere la geometria, il punto di vista, le informazioni sulle caratteristiche ottiche delle superfici visive e sull'illuminazione.

**GRAFICA VETTORIALE: tecnica utilizzata in computer grafica per descrivere un'immagine. Un'immagine descritta con la grafica vettoriale è chiamata immagine vettoriale.

Nella grafica vettoriale un'immagine è descritta mediante un insieme di primitive geometriche che descrivono punti, linee, curve e poligoni ai quali possono essere attribuiti colori e anche sfumature.

Quindi per visualizzare file in formato PDF, occorre scaricare ed installare il software gratuito Adobe Acrobat Reader direttamente dal sito Internet Adobe.

Molti file che trovo su internet, come per esempio moduli di iscrizione, bandi, etc, sono in formato pdf e quindi attraverso Adobe Reader riesco a leggerli correttamente.

C'è da aggiungere che i file.pdf possono essere criptati da una password che permetta ai soli autorizzati l'accesso, impedendo così la modifica del file da parte di estanei.

In conclusione credo che il formato pdf sia molto utile in quanto facilita l'interscambio di documenti. Infatti i file.pdf sono indipendenti dal dispositivo e dalla risoluzione di visualizzazione e possono essere letti su ogni sistema operativo (Windows, Macintosh, Linux) senza che siano in alcun modo modificati rispetto all'originale.

Volevo sottolineare che tali informazioni le ho trovate su internet, principalmente su http://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale

 

Martina Seravelli http://marti-sera.blogspot.com/

 

 

 

 

Compito n°3.

 

Che cos'è il PDF?

Il PDF è un formato che permette la totale condivisione di qualsiasi tipo di file (che si tratti di immagini, testo, fogli di lavoro etc..) perchè non possedendo informazioni specifiche riguardo sistema operativo, hardware o software, elimina i vari conflitti di lettura che possono presentarsi passando un documento da un PC ad un altro.

Come è possibile?

Tutto questo è possibile grazie a UNICODE, un sistema di codifica che attribuisce un valore univoco a ogni carattere disponibile per la scrittura, indipendentemente dalla lingua nella quale è scritto, dalla piattaforma informatica e dal programma usati. Oggi con questo metodo , sono rappresentati ben 40 alfabeti e 12 lingue morte. Inoltre UNICODE, viene costantemente aggiornato da un consorzio di aziende che si occupano di informatica.

Peculiarità.

Le caratteristiche fondamentali di questo formato, oltre la totale e libera condivisione tra utenti, sono:

1)la possibilità di stampa in qualsiasi momento,

2)la possibilità di correggere il file conoscendo la password,

3)far leggere il file solamente a chi è a conoscenza della password,

4)creare allegati,

5)creare link che rimandano ad altri documenti.nel caso di più pagine creare un indice che collega ad ogni pagina,

6) in caso di ipertesto salvando il file in PDF posso mantenere tutti i collegamenti.

Concludendo questo formato sembra mostrare notevoli vantaggi d'uso; forse l'unico "difettino" che possiamo attribuirgli riguarda la sicurezza: ho letto infatti che la password è attualmente una chiave di crittografia a 128 bit e in Internet si trovano tanti programmini che in pochi minuti possono rompere la chiave, rendendo possibile la lettura anche a chi non è autorizzato.Si spera che con l'aumento di potenza dei calcolatori si riusciranno ad ottenere password più sicure, facendo del PDF un formato perfetto!

Vanessa Giagnoni      http://thepocatsmeow.blogspot.com/2009/05/compito-n3vanessa.html

 

 

 

Compito numero 3: PDF

 

PDF è un linguaggio di programmazione per la specificazione di documenti da stampare ma con varie altre caratteristiche, quali:

- preservare l'aspetto e l'integrità di documenti distribuiti nelle organizzazioni

- fondere in un unico documento elaborati dal web, word, fogli di lavoro, foto, mantenedo le caratteristiche originali

- sviluppo e modifica collaborativa di diversi autori operando su sistemi divesi

- firma digitale per la certificazione di autenticità

- uso di link analoghi a quelli dei documenti HTML

- aggiunta di commenti e annotazioni grafiche

- inserimento di moduli interattivi

Il linguaggio PDF è stato realizzato da Adobe a partire da Postscript nel 1990, quando ormai i Postsript erano diventati uno standars internazionale per la stampa dei documenti.

La diffusione del Pdf è stata favorita dall'Adobe mediante realizzazione di due linee di prodotti:

1- software per la produzione di file Pdf a partire da altri documenti;

    chi vuole usufruirne dev acquistarlo

2- software di sola lettura Pdf (Acrobat Reader) che viene distribuito gratuitamente ma che non è software open-sourse, bensì un normale prodotto

    industriale che Adobe ha ritenuto vantaggioso distribuire gratuitamente nell'ambito delle proprie strategie commerciali.

Ed ha avuto ragione perchè con questo espediente si è imposto come uno standard in tutto il mondo.

L'Adobe dichiara di aver distribuito più di 200milioni di copie di Acrobat Reader 

 

Bardhe Rroku

http://rozafa-bardhe.blogspot.com/2009/05/pdf-portable-document-format.html 

 

“Portable Document Format”, meglio conosciuto come PDF : “il vero file indipendente”.

Il PDF è un file davvero all’avanguardia, non ha bisogno di nessuno per vivere, è totalmente sganciato da limitazioni date da software o hardware dai quali proviene , può essere visualizzato praticamente sempre indipendentemente da piattoforme o dispositivi. E’ facile da capire, lui viene visto da tutti nella stessa maniera, non è soggetto a derisioni, a scherni..semplicemente è e viene accettato da tutti per qulìello che è. Ammirevole e fortunato, direi. A parte gli scherzi, è proprio questa sua caratteristica che gli ha permesso di diventare il principale metodo di condivisione dei documenti su scala mondiale. Creando un documento in PDF, formato di file elaborato da Adobe System nel 1993, risulta semplice, anche per imbranati come me, spedirlo a tutti e essere certi che gli altri lo possano vedere ed apprezzare nella sua interezza. Comodissimo per la mia esperienza personale per la condivisione di files dell’università, che elaborati in altri formati risultavano difficili da scambiarsi. Utile, perchè internet è popolato da questo tipo di files : per esempio, poco ttempo fa ho scaricato un libro in PDF in poco tempo e senza problemi. Quasi tutti i pc sono corredati del programma per leggere qusti files già dalla nascita e questo è indice della sua comodità e importanza. Se il progetto di trasferire libri importanti delle più fornite biblioteche in formato Pdf per conservarli nel tempo e renderli facilmente consultabili da tutti andrà in porto…chi sarà più capace (ammesso che attualmente esista qualcuno in grado di farlo) di farne a meno? Se poi la scuola si modernizzerà distribuendo libri in formato Pdf, senza più bisogno di comprare il libro vero e proprio, che pesa sulle spalle dei nostri figli e anche sui borselli dei genitori..allora sarà un nuovo passo avanti del Pdf.

Segnalo uno dei tanti lettori del formato..http://get.adobe.com/it/reader/

Pdf…se non ci fossi…bisognerebbe inventarti!!!

 

Sofia Frandi  http://pogni.wordpress.com/2009/01/27/compito-number-three-pdf-why-are-you-pdf/

 

 

pdf, tu sì che non cambi mai!

Se si bazzica un po' sul Web ci si trova ad avere a che fare continuamente con i misteriosi file PDF!I Vediamo di spiegare un po' cosa sono e soprattutto a cosa servono...

Cominciamo a specificare che se si vuole vedere un file in PDF è fondamentale scaricare Acrobat Reader che è un programma scaricabile gratuitamente sia per Windows che per Mac.

I vantaggi del PDF sono tanti e soprattutto risolvono i conflitti di lettura tra un programma e l’altro.

Il PDF è un vero e proprio documento in formato portabile, infatti se trasmettiamo un documento in Word 2000, probabilmente chi lo riceve (se ha una versione precedente di Word), non lo leggerà in maniera identica. Capita qualcosa di analogo anche per la trasmissione di files di immagini. Può succedere infatti che inviando immagini, anche se in jpeg, non arrivino al destinatario allo stesso modo., e questo è dovuto da un problema di decodifica dei files della macchina ricevente che, nell’interpretare i dati, utilizza quelli in essa settati che spesso non si rifanno alle norme di codifica internazionali.

Un altro esempio possono essere le mail in cui le “è”, gli accenti ed altri simboli vengono trasformati in “?” o altri simboli strani... Questo accade perchè il programma di posta elettronica non è settato in Unicode (ISO10146), ovvero, un sistema di codifica elettronico internazionale che fa corrispondere ad ogni carattere, compresi i simboli di tutte le lingue del mondo, un numero ben preciso.

Bene, il PDF risolverà tutti i nostri problemi!

Se trasformiamo un qualsiasi testo o immagine da un programma di scrittura o grafico in PDF, chi riceverà questo documento lo leggerà perfettamente come noi lo vediamo sul nostro monitor!

Ogni documento in PDF può essere inoltre criptato da una password in modo che vi possano accedere solo gli autorizzati.
Si possono creare dei link a filmati, suoni o ad altri documenti contenuti nella cartellina dell’intero documento, ed è possibile creare dei link che rimandano ad altri documenti (realizzati con qualsiasi programma ed anche a siti web in linea).
E' possibile inserire nel salvataggio del documento in PDF, una password che consente di vietare la manomissione del documento stesso pur lasciando la facoltà di farlo leggere e stamparlo. Oppure per far evitare la stampa del documento lasciando solo la possibilità di farlo leggere sul monitor...(continua nel mio blog martismarti)
Martina Colzi

 

 

Curiosando in internet ho trovato tantissime informazioni sui pdf, consigli e indicazioni per usarlo quasi tutte già sovracitate dai miei compagni. Ho scoperto che sono tanti i vantaggi di questo formato che risolvono i conflitti di lettura tra un formato e l'altro:

  • condivisione facilitata: il PDF è stato creato per condividere al 100% qualsiasi file su qualsiasi computer.
  • trasferire immagini o documenti evitando che si rompono quando il computer li riceve per un problema di codifica di files. Non so se vi è mai capitato di ricevere messaggi di posta elettronica in cui le “è”, gli accenti ed altri simboli vengono trasformati in “?” o altri simboli strani ? Questo accade perchè il programma di posta elettronica non è settato in Unicode, cioè un sistema di codifica elettronico internazionale che fa corrispondere ad ogni carattere, compresi i simboli di tutte le lingue del mondo, un numero ben preciso facendo si che chi riceverà il documento lo leggerà perfettamente come lo vediamo sul monitor !
  • aprire documenti da ogni computer indipendentemente dall'installazione di office che abbiamo; oggi infatti con l'avvento di Open Office, tutti i file che sono creati con questo programma se non vengono salvati in formato doc , non si possono aprire con versioni di Office precedenti al 2007. Questo è un limite a cui si può porre facilmente rimedio ricordandosi di cambiare formato prima del salvataggio ,ma si può rendere tutto ancora più semplice trasformando il file in pdf, in modo da poterlo aprire in qualsiasi computer dotato dell'apposito programma .
  • stampa agevolata
  • è possibile inserire nel salvataggio del documento in PDF, una Password che consente di vietare la manomissione del documento stesso lasciando la facoltà di farlo leggere e stamparlo. E’ possibile anche far evitare la stampa del documento lasciando solo la possibilità di farlo leggere sul monitor.
  • è possibile creare un indice che collega ad ogni pagina o a parte di esso se il documento ha più pagine da visualizzare, .
  • è possibile creare delle anteprime, miniature, per tutte le pagine del documento in modo da poter individuare più velocemente la pagina interessata.
  • trasformare un intero libro in pdf.

Il vantaggio più utile mi sempbra prorpio l'ultimo perchè questo in bilbiote dotate di archivio on line agevolerebbe ulteriormente la lettura di testi magari anche tanquillamente da casa, senza dover ripsetare il mese di consultazione e la lettura simultanea di più persone grazie alla consultazione on line!!!!!

Alice Bettacchioli (ps il resto del post è nel blog)  http://www.thepocatsmeow.blogspot.com

fonti: http://www.gutenberg2000.org/pdf.htm   http://help.adobe.com 

 

Il formato pdf

 

 

Per quanto rifuarda questo formato, sinceramente è la prima volta che mi imbatto veramente nella domanda: che cos'è?

Il pdf è un formato che permette di visualizzare in modo affidabile informazioni e dati che provengono da qualsiasi computer e di condividerle con qualsiasi altra persona indipendentemente dal luogo in cui sono.

Tutto questo mi porta a vedere il pdf come un documento interattivo nel senso che è condivisibile, ma, allo stesso tempo, permette anche di salvaguardare la "proprietà intellettuale" perchè in realtà non è modificabile dagli utenti, i quali "si limitano" a fruirne, che non è poco.

 

Rachele Caponi:                     http://www.pantareiarte.blogspot.com/Il formato pdf

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il formato PDF : e i libri scomparsero per...tecnologia...

 

 

Per la serie "meglio tardi che mai" ho finalmente approfondito la conoscenza del PDF...

La sigla recita "Documento in formato portatile": il vantaggio di avere un formato di file, indipendente da hardware, software e ogni tipo di settaggio o di piattaforma utilizzata, già puo rendere bene l'idea. In pratica un formato di files che viene letto e soprattutto codificato sempre nello stesso modo:

 l'equivalente di un libro dentro un monitor, provvisto anche di indicizzazione.

Potrebbe esser definito il formato per documenti "pronti da stampare".

Il documento può essere addirittura criptato con password:così facendo, può essere bloccata l'alterazione del documento, che in tal modo può venire soltanto letto o stampato.Oppure la password può limitare la lettura a pochi utenti.
Cosa c'è meglio di un libro inalterabile, sicuro e neppure soggetto all'usura..?
Inoltre nella lettura di un documento possono essere inseriti link, che rimandano a qualsiasi programma, filmato, suono o sito web in linea. Possono essere fatte miniature di ciascuna pagina, in modo da cercare le pagine interessate molto più velocemente.
Quindi più di un libro, direi un documento interattivo...
E non è finita qui, per leggere un documento in PDF, oltre che di un computer(ovviamente...), c'è bisogno di un unico mezzo, l'installazione di un "lettore", come Acrobat Reader, peraltro scaricabile gratuitamente dal web.
Allora allarghiamo un pò il pensiero: un documento interattivo che può essere facilmente condivisibile e leggibile nello stesso momento da tutti.
Non è un caso che si parli ormai di poter catalogare intere biblioteche, milioni di libri, con questo formato. Forse la tecnologia segnerà la scomparsa del fascino del "quieto leggere" sui vecchi libri di carta..?Forse...se non altro la scomparsa dei libri potrebbe segnare la "comparsa "di qualche albero in più...

Vigorito Carlo       http://dacarlo.blogspot.com/2009/02/assignment-3.html

 

 

 

COMPITO N° 3: PDF sei utile e pratico!!!

Avendo letto, in qua e in là, ciò che hanno già scritto i miei colleghi a proposito del PDF (Portable Document Format), formato di file sviluppato da Adobe Systems, per non ripetermi vorrei semplicemente esporre il mio umile punto di vista! Devo ammettere che la mia esperienza con questi tipi di file è ridotta, dal momento che non ne ho mai creato uno per adesso, tuttavia mi capita spesso di scaricarli da internet (che ne è molto fornito) per integrare i miei studi e le mie ricerche su qualsiasi tipo di argomento! I PDF sono molto utili anche in quanto è facile inviarli tramite e-mail, infatti la mia prima esperienza con questo tipo di formato risale proprio all'anno scorso, quando seguivo il corso di Fisica: la Professoressa inviava ai rappresentanti di classe delle sedi del mio corso di Laurea (Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia) le lezioni in formato PDF, quindi per me era semplicissimo rinviarle ai miei colleghi! Posso affermare dunque con molta convinzione che grazie ai PDF non c'è bisogno di impazzire scambiandoci tra noi colleghi le "chiavi USB" in continuazione, per "passarci" le dispense delle lezioni, che invece possono presentarsi alle volte su formato Power Point, il quale non può essere caricato per e-mail!!! Quindi viva i PDF e la loro praticità!!!

 

Gemma Chiara Bartolini       http://gemmasara.blogspot.com/2009/01/compito-n-3-pdf-sei-veramente-utile-e.html

 

 

PDF...a cosa servi?

Anche se sarà difficile non ripetere i mei colleghi dato anche il mio estremo ritardo provo anche io a dare il mio contributo sul pdf.

 

Il Portable Document Format è un formato di file sviluppato da Adobe System nel 1993; la sua utilità sta nel fatto che il documento, che può essere composto sia da testo che da immagini, viene visualizzato in qualsiasi computer e su qualsiasi sistema operativo esattamente come è stato creato...ad esempio no come un file world che se creato con Office 2007 non viene visualizzato correttamente con Office 2000...

Esistono molti lettori di Pdf, uno dei quali distribuito gratuitamente dalla casa madre (http://get.adobe.com/it/reader/)

 

Anche se per molti di noi questo formato è scontato perchè quasi sempre installato nei nostri pc averlo è di importanza fondamentale dato che la maggior parte dei file di testo scaricabili su internet sono di questo tipo (istruzioni dettagliate, manuali interattivi, comunicazioni, addirittura volantini pubblicitari...)

 

Attualmente le biblioteche stanno prendendo in considerazione di conservare copie di libri su cd con formato Pdf in modo da limitare l'usura del cartaceo e di dare la possibilità a tutti i lettori di noleggiare contemporaneamente il testo collegandosi alla rete interna di computer della biblioteca.

 

Su Emule è possibile scaricare libri interi e fumetti in formato Pdf.

Nei cellulari di nuova generazione che hanno un sistema operatico e l'accesso a internet è già installato anche l'Acrobat Reader.

Personalmente mi sono accorta della mancanza del lettore Pdf quando sulla PlayStation3 la maggior parte dei siti che visito abitualmente non venivano correttamente visualizzati; aggiungo che è possibile installare Acrobat Reader sulla Play perchè supporta il sistema operativo Linux, ma se la vostra è nuova è meglio che aspettiate perchè la garanzia decade automaticamente!!!!

 

 

Fonti: wikipedia, gutenberg2000

 

 

Sara Blascone  http://gemmasara.blogspot.com/2009/01/pdfa-cosa-servi.html#links

 

 

 

Editing dei file pdf

  

Il formato PDF (Portable Document Format) è un formato file creato da Adobe Systems Inc per migliorare l'interscambio di documenti. I Documenti in PDF sono indipendenti dal dispositivo e dalla risoluzione di visualizzazione e possono essere letti su ogni sistema operativo (Windows, Macintosh, Linux). Fin dagli anni '90, il PDF di Adobe è divenuto il formato file standard per l'interscambio di documenti. I file di suddetto formato sono compatti e completi e possono essere condivisi, visualizzati e stampati da chiunque disponga del software gratuito Adobe Reader®.

  

Ma concentriamoci sulla parte che riguardal’editing dei file:

Sarà successo a tutti di scaricare file pdf e di volerli modificare… ma il problema è sempre lo stesso: cioè che questi file possono essere visualizzati ma non possono essere modificati! Bisogna avere il programma Adobe Acrobat che, oltre ad essere a pagamento, non è disponibile per tutti i sistemi operativi (ad esempio non esiste per Linux). I file pdf sono molto comodi, in quanto non hanno problemi di formattazione testo: tutti lo possono visualizzare ed è un ottimo formato da inserire nei siti web per offrire al visitatore materiale da scaricare. La possibilità di modificare questo formato per aggiungerci annotazioni, sottolineare parti di testo importanti o evidenziare le parti che maggiormente devono saltare alla vista è indispensabile in ogni singolo PC. Per il S.O. Linux la soluzione esiste e si chiama Pdf Editor. È possibile scaricare gratuitamente il programma al seguente indirizzo http://sourceforge.net/projects/pdfedit/

 

(Fonti: mensile Total Linux di gennaio 2009; http://www.version-2008.com/pdf/)

 

Elisa Cecchi http://elyinwonderland.wordpress.com/

 

 

FORMATO PDF

 

Non avendo idea di cosa fosse il formato PDF ho cercato qualcosa su Google. 

 

La ricerca mi ha dato numerosi risultati,consultandoli sono riuscita a capire che una volta trasformato un qualsiasi documenti di testo o immagine in formato pdf  questi potranno essere visualizzati nell’identico modo, anche su software diversi dal nostro. Infatti l’impiego di tale formato, è nato dall’esigenza di creare un file che agevolasse lo scambio delle informazioni . E' quindi corretto utilizzarli per rendere noti ad esempio risultati di studi e tesi, assicurandosi che nessuno possa manometterli,"una sorta di diritti d'autore". Può essere impiegato per la divulgazione di libri,moduli e materiali vari rendendoli leggibili a tutti. Inoltre esso ci fornisce già l’impaginazione per un’ipotetica stampa. Per l’utilizzazione del pdf è necessario scaricare il programma Adobe®Acrobat®, gratuito. Il pdf è dotato di un sistema di protezione per cui l’unico a poterlo modificare è l’autore del file.

  

Io stessa l’ho usato molte volte inconsapevolmente magari per consultare manuali,dispense ed altro e solo adesso mi sono fermata a riflettere sulla grande importanza di tale strumento.

 

Flavia Mazzaccheri      http://cid-ea3b6c840a03ac74.spaces.live.com

 

 

 PDF

 

Pdf (Portabile Document Format) è un formato di file basato su un linguaggio per descrivere la composizione, l'impaginazione e il contenuto di una pagina da stampare.

La funzione di PDF è quella di consentire al computer di trasmettere alla stampante un file con la descrizione delle pagine elaborate da stampare.

Questo tipo di file e stato sviluppato da Adobe System. Per trasformare qualsiasi altro tipo di file (ad esempio.doc)in formato PDF esistono i traduttori di formato di file.

Io ho usato ed ero in conoscenza di tale formato, ogni volta che facevo delle ricerche su internet molte volte il materiale fornito era in Pdf , da li ho capito meglio l'importanza del questo tipo di file.

Un file che è in formato Pdf può essere solo letto è non si può scrivere sopra, questa è una delle caratteristiche più importante di questo tipo di file. Quest ultima lo rende uno dei tipi di file più usato nel scambio di informazioni all interno delle aziende o da per tutto appunto perché  il materiale originale non può essere modificato.

Personalmente uso oppenOffice (www.openoffice.org )(open source) ,in questa "valigia" troviamo  tutti i tipi di file compreso una icona nella barra del instrumenti che cliccando sopra ci traduce il  nostro materiale in PDf pronto ad essere stampato.                                                                                 

 

OLIGERT GUZI  http://oligert.wordpress.com/2009/01/01/cmopito-numero_3/ 

 

 

PDF

Sinceramente non mi sono mai interrogata sul funzionamento e la funzionalità del formato PDF, forse perchè tutte le volte che lo apro, ho l'angoscia di non riuscire a leggerlo!(eppure ho Acrobat Reader!!!!!)

 

Il Portable Document Format (PDF),è un formato di file basato su un linguaggio di descrizione di pagina sviluppato da Adobe Systems ed è un formato standard molto diffuso per la condivisione dei documenti.

 

Un file PDF può descrivere documenti che contengono testo e/o immagini in qualsiasi risoluzione e quindi chiunque può creare applicazioni che leggono e scrivono file PDF.

 

All'interno del file PDF vengono tenute informazioni sulla sicurezza e l'indicizzazione.

 

La protezione di un documento PDF presente una chiave di crittografia attualmente fino a 128 bit(tempo fa era di 40 bit).

 

Simona Grossi Landi

http://smona22.wordpress.com

 

 

THE PDF

  

Come al solito...in ritardo!!

Tutto quello che ho trovato e capito sul PDF sta qua,visto che l'ho utilizzato raramente.

  

Cos'è un PDF?

Il formato PDF (Portable Document Format) creato dalla società Adobe® rappresenta lo standard per la distribuzione di documenti elettronici in tutto il mondo. PDF Adobe è un formato di file universale che mantiene tutti i caratteri,la formattazione,i colori e le immagini di qualsiasi documento di origine,indipendentemente dall’applicazione e dalla piattaforma (Word, Excel,Photoshop o altro) utilizzate per crearlo. I file PDF Adobe possono essere condivisi, visualizzati,consultati e stampati da chiunque. E' affidabile...nel Web ad oggi circolano oltre 200 milioni di documenti PDF. Ciò è dovuto alle innumerevoli organizzazioni che hanno scelto questo tipo di formato per acquisire e far circolare informazioni. 

 

Prestazioni dei file PDF

Per il Web,i file più piccoli sono preferibili,dato che la durata di un download dipende dalle dimensioni di un file. I file PDF possono essere ottimizzati in modo da ridurne le dimensioni e creare file dell’80% più piccoli rispetto a un file HTML equivalente. Possono essere "linearizzati" per consentire all’utente di iniziare la visualizzazione di un documento prima che sia stato interamente scaricato. È uno standard aperto,nel senso che chiunque può creare applicazioni che leggono e scrivono file PDF. Alcune funzioni consentono agli autori di ampliare l’utilità di un documento...è possibile aggiungere segnalibri,miniature di ciascuna pagina,link interni ed esterni,note per l’annotazione di informazioni e visualizzazioni per ingrandire o ridurre le dimensioni di una pagina (consente all’utente di ottenere un ingrandimento anche dell’800% sullo schermo,senza compromettere la visibilità). E' possibile anche impedire agli utenti di modificare,stampare e/o copiare il contenuto (testo e grafica),tutto questo senza pagare i diritti alla Adobe Systems. Adobe ha un numero elevato di brevetti relativi al formato PDF,ma le licenze associate non includono il pagamento di diritti per la creazione di programmi associati. L’unica condizione imposta da Adobe è di richiedere all’autore del documento di rispettare le impostazioni di protezione del formato PDF.

  

Vantaggi del file PDF

Il formato PDF è di gran lunga utilizzato dalla gran parte delle case distributrici di software per offrire un manuale interattivo su se stessi. Oggi è possibile anche trasformare un intero libro in PDF,comprendente tutte le sue immagini,conservarlo su un CD e poterlo gestire per una ristampa o una semplice archiviazione da mettere al servizio delle biblioteche. Attualmente infatti,le biblioteche catalogano e custodiscono libri che col tempo,con il continuo utilizzo del pubblico,sono destinati all’usura. Inoltre,un volume su CD,potrebbe essere consultato contemporaneamente da più utenti collegati alla rete di computer interna della biblioteca.

 

Giulia Corsi

 

 
 

http://july1988.blogspot.com/2008/12/pdf.html

 

 

 

Meeting Portable Document Format

 

Poiché l’argomento PDF, a questo punto del corso, mi pare sia stato abbondantemente sviscerato l’unica possibilità che intravedo è di raccontarvi il mio incontro con questo fantomatico formato di file. Era il lontano…2008 quando, dovendo coordinare un corso di lingua cinese, ho avuto la necessità di integrare materiale didattico di due docenti ed inviarlo poi ai partecipanti al corso. Nonostante dettagliate spiegazioni (dal pannello di controllo selezionare Opzioni internazionali e della lingua; a questo punto selezionare Lingue e spuntare la casella “Installa i file delle lingue dell’Asia orientale”. Chiudere cliccando Applica e OK. Windows chiederà di inserire il Cd di Windows e riavviare al termine) molti ancora non riuscivano a visualizzare i caratteri cinesi. Per le settimane successive ho supplito con fotocopie poi inizio ad accusare sindrome del tunnel carpale e chiedo consiglio al mio guru informatico. Con il nuovo strumento i docenti possono aprire il documento con la propria password, firmare l’approvazione, le annotazioni, creare link a filmati e suoni, indici che colleghino ad altre pagine, anteprime…insomma un lavoro con i fiocchi. Mia madre ancora si chiede dove sia questa stampante PDF creator…per spolverarla!

 

Giulia Tardi

 

www.viaggioalterminedellanotte.wordpress.com

 

 

Il PDF:

 

L'ho sempre utilizzato, tantissime volte durante i miei studi universitari (come rivedere slides utilizzate dai professori durante le lezioni) senza mai accorgermi di quanto fosse un'invenzione geniale; spesso l'ho infamato perchè non mi apriva o stampava certi documenti, e nel fare ricerca per creare questo post ora ho le idee più chiare; spero di non aver ripetuto cose già dette:

 

Il "Portable Document Format" è un formato di file sviluppato da "Adobe Sistem" nel 1993 per rappresentare documenti in modo indipendente dall'hardwere e dal software utilizzati per generarli o per visualizzarli (il più diffusi sono ovviamente i software proprietari "Adobe Reader" per la lettura e "Adobe Acrobat" per la scrittura, ma ne esistono comunque moltissimi "free software").Un file PDF può descrivere documenti che contengono testo e/o immagini in qualsiasi risoluzione. È un formato aperto, nel senso che chiunque può creare applicazioni che leggono e scrivono file PDF senza pagare i diritti alla Adobe Systems.

 

Ogni documento PDF contiene una completa descrizione del documento bidimensionale (con la comparsa di Acrobat 3D, documenti 3D incorporati!) composta da: titolo, autore,testo, stili di carattere, immagini e oggetti 2D che compongono il documento.

 

Il documento PDF non include informazioni specifiche per software, hardware e sistema operativo usato; ciò permette che il documento venga visualizzato e renderizzato(generazione di una immagine a partire da una descrizione matematica) nella stessa esatta maniera indipendentemente dalla piattaforma e/o dispositivo utilizzato per leggerlo, anche questo fatto ha contribuito a farlo diventare un formato standard molto diffuso per la condivisione dei documenti.

 

La stampa di documenti in formato PDF può dare dei problemi se si usano dei caratteri locali (ad esempio le vocali italiane accentate) e se chi stampa ha il proprio PC impostato su una lingua diversa.

 

Il PDF è un formato, non un linguaggio di programmazione (come i Post Script) e per questo motivo non ha bisogno di essere interpretato.

 

All'interno del file PDF vengono tenute informazioni sulla sicurezza (documento stampabile o non stampabile, protetto da password, con selezione di testo bloccata o non bloccata, ecc.) e l'indicizzazione:

 

la protezione di un documento PDF presenta una chiave di crittografia ,esistono comunque numerosi programmi che riescono a rompere la chiave in tempi strettissimi, ma comunque la protezione password PDF è consigliata per salvaguardare l'informazione al suo interno;

 

é possibile incrementare le possibilità di indicizzazione e posizionamento di un file PDF attraverso alcuni interventi di ottimizzazione compilando correttamente i campi della descrizione.

Alessio Tavelli

http://motoblogbyale.blogspot.com/2008/12/il-pdf.html

 

assignament 3: PDF

 

Il formato PDF (portable document format) è particolarmente vantaggioso grazie alla sua versatilità. Infatti permette la visualizzazione di documenti provenienti da qualsiasi applicazione ed è assolutamente compatibile con qualunque sistema operativo. 

Questo formato, creato da Adobe System, garantisce la massima autenticità del documento originale visto che l'autore può inserire una password che non consente modifiche da parte di estranei, ma allo stesso tempo chiunque utilizzi Adobe Reader può consultare e stampare il documento.

Personalmente non ho mai scritto un documento in formato PDF, ma è facile crearne uno grazie ad un programma chiamato PDF Creator, accessibile a tutti senza obblighi di pagamento. 

Per la sua adattabilità e per i numerosi vantaggi che offre, i documenti PDF attualmente circolanti in rete sono 200 milioni, senza considerare i file provenienti da enti pubblici o aziende.

Marta Lazzeri

http://s-pring.blogspot.com

 

  

 

Documento in formato portabile = Formato PDF

 

 

Creato circa 15 anni fa e costantemente aggiornato da Adobe System, è tutt’oggi leggibile tramite il software gratuito Reader. E’ stato concepito per creare e diffondere documenti compatibili con molti sistemi operativi oggi diffusi. Grazie alle sue caratteristiche versatili, attualmente sono ben 200 milioni i documenti PDF che circolano sul web, oltre ai numerosissimi file PDF di enti pubblici e aziende di tutto il mondo. Tale formato,  presenta numerosi vantaggi:

 

1.       Porta alla condivisione delle informazioni contenute nel documento. Permette, infatti, di acquisire e visualizzare informazioni provenienti da qualsiasi sistema o applicazione e di condividerle con chiunque;

 

2.      Garantisce l’ autenticità del documento originale: l’autore può inserire una password che vieta la modifica del file. Esso mantiene, infatti, la formattazione del documento originale sia per visualizzazione, sia per la stampa.

 

3.      La sua lettura, creazione e stampa è possibile da parte di qualsiasi persona che utilizza Adobe Reader.

 

4.      Può essere adattato a qualunque tipo di piattaforma (Windows, Unix e Mac).

 

5.      Nel caso un documento abbia più pagine da visualizzare si può creare un indice che ci collega direttamente ad ogni pagina o a parte del documento stesso.

 

6.      Si possono creare e stampare indici, miniature, inserire filmati o link che rimandino ad altri testi.

 

7.      Chiunque può creare un pdf, senza alcun obbligo di pagamento di diritti, grazie ad un programma open source denominato PDF CREATOR.

 

8.      Si utilizza come una stampante virtuale che , secondo le nostre esigenze, ci permette creare un unico file dove è possibile unire i contenuti di più documenti, ad esempio doc, xlc, jpg, dwg, dxf…

 

Alessandra Amerini (Teorie della comunicazione)

http://pulpnews.wordpress.com/2008/12/01/3%C2%B0_terzo-blogoincarico/

  

 

BlogIncarico 3 (Commento sui file Pdf)

 

Il file Pdf, letteralmente Portable Document Format, è un formato per file grafici usato dalla Adobe Systems. Viene utilizzato per rendere disponibili, attraverso Internet, dei documenti che rappresentano pagine stampate (libri, riviste, cataloghi ecc.). Le pagine possono essere stampate ma non modificate con il solo Acrobat Reader. La caratteristica principale del file Pdf penso sia proprio questa, la possiamo considerare come una fotocopia vera e propria in quanto, a differenza di altri programmi, garantisce l’autenticità del documento stesso. Inoltre se l’autore inserisce una password evita la modifica del file che mantiene, sia per la visualizzazione che per la stampa, la formattazione del documento originale. Personalmente non ho mai scritto un file in Pdf mentre sono molti quelli che mi capita di scaricare da Internet: sempre più spesso gli allegati delle mail che ricevo ed anche i bollettini della F.I.G.C. (che scarico ogni settimana in quanto allenatore di calcio) utilizzano questo formato che, grazie alle sue caratteristiche versatili, sta diventando la tipologia di documento che circola maggiormente in rete. Adesso che ho scoperto, più o meno, come creare un file Pdf sono sicuro che utilizzerò questo formato per il prossimo testo che andrò a scrivere, evitando così di “passare” da un pc ad un altro ritrovandomi con i bordi ed i margini completamente diversi!

 

Francesco Vallerini

http://vallero.wordpress.com/2008/12/01/blogincarico-3-commento-sui-file-pdf/ 

 

  

Assigment #3

 

Come già ampiamente esposto da altri "colleghi" , il PDF (Portable Document Format) è un formato in grado di essere letto dall'Acrobat Reader, programma gratuito compatibile per diversi tipi di piattaforma.

Ciò ovviamente permette ai documenti in pdf di poter essere codificati nello stesso modo in tutti i computer, cosa che invece non accade, creando non pochi problemi, utilizzando programmi di scrittura come Word.

Personalmente utilizzo file pdf per condivisione di materiale didattico e talvolta è possibile che alcune comunicazioni (come accade ad es. per i comunicati stampa) siano in tale formato.

Una cosa interessante trovata sul web, è la proposta di conservare nelle Biblioteche Nazionali, volumi e libri in forato pdf, oltre alla canonica copia cartacea; ciò garantirebbe facilità per eventuali ristampe, organizzazione di un miglior sistema di ricerca/archiviazione, e prevenzione per l'inevitabile usura del tempo.

 

Andrea Pratesi

 

http://iamprat.wordpress.com/2008/11/26/assignment-3-inf08/

 

  

Portable Document Format

   

La mia prima esperienza con un documento in formato pdf è stata circa un mese fa con le dispense del corso di statistica.

 

Questi file contenevano testi, grafici e immagini e grazie al programma Adobe Reader ho potuto visualizzarlo e stamparlo su carta.

 

Ho imaparato per necessità personali ad utilizzare anche Adobe Writer per la modifica di un modulo in pdf, in quanto in molti siti di uffici amministrativi si trovano documenti in questo formato. Questo programma inoltre ci permette di organizzare un documento spostando e tagliando le pagine dello stesso e/o addirittura inserendo le pagine di un altro file pdf.

 

Un vantaggio non da sottovalutare è che chiunque può creare un pdf, senza alcun obbligo di pagamento di diritti, grazie ad un programma open source denominato PDF CREATOR.

 

Questo programma si utilizza come una stampante virtuale la quale ci permette anche di unire in un unico file i contenuti di più documenti quali doc, xlc, jpg, dwg, dxf etc in vari risoluzioni a seconda delle proprie esigenze. Inoltre mantenendo inalterato l'aspetto visivo dei documento originali è garante di integrità delle informazioni che si vogliono dare.

 

In conclusione grazie alle sue caratteristiche versatili il Portable Document Format è uno degli strumenti più utilizzati al mondo da enti pubblici, aziende private e adesso anche da me.

 

Laura Nozzoli

http://laurahasadream.blogspot.com/2008/11/portable-document-format.html

RISORSE: WIKIPEDIA, ADOBE.COM

 

 

ANCHE IL PDF HA DEI DIFETTI!

 

Grazie a questo compito ho scoperto che l'utilissimo formato PDF (Portable Document Format) che uso tranquillamente da un bel po', è stato ideato da Adobe Systems e consente di acquisire e visualizzare in modo affidabile informazioni provenienti da qualsiasi tipo di applicazione o sistema di computer e di condividerle con chiunque. Tutti, da privati come noi, ad aziende ed enti pubblici sparsi per il mondo, si affidano al formato PDF per comunicare tra di loro; a quanto pare però questo formato presenta anche diversi difetti che non sono sfuggiti a chi ha creato un exploit toolkit che si chiama "PDF Xploit Pack": per chi è ignorante come me in materia un exploit è un metodo (un codice) che serve ad identificare dei bug o delle vulnerabilità di un sistema operativo, di programmi o di protocolli, ma anche di programmi per il cellulare come il BlueTooth. Una volta ottenuto l'exploit, l'indirizzo IP della vittima viene memorizzato all'interno di un server e conservato per un certo periodo di tempo, naturalmente per non attaccare inutilmente lo stesso indirizzo! Insieme a questo, anche un hacker exploit kit di nome Neosploit 3.1 sta creando diversi problemi a cui l'US-CERT (un insieme di istituzioni governative americane che cerca risolvere i problemi principali che si possono trovare su internet) sta cercando delle soluzioni; quest'ultimo consiglia a tutti di non aprire file non sicuri o sconosciuti, di installare un software antivirus e di mantenerlo aggiornato, ed infine di installare costantemente patch e update relative al sistema operativo e software utilizzati.

 

Eleonora Valli

 

 

http://eleonorasmind.blogspot.com/

Ho preso queste informazioni da: http://hacking2.0.forumcommunity.net/?t=9108003 http://www.webnews.it/news/leggi/9230/formato-pdf-ancora-e-sempre-sotto-attacco/

 

 

PDF - Innanzitutto cosa significa PDF? Vuol dire Portable Document Format, che è un sistema inventato da Adobe Systems nel 1993.

 

Presenta degli inconvenienti come il fatto che i contenuti di un file PDF non siano facilmente modificabili. Però adesso esistono dei programmi che permettono l’esportazione dei contenuti del PDF, cioè sia testo sia immagini, su Word: di conseguenza uno può a piacere modificarli. Chiaramente presenta notevoli vantaggi, come ad esempio il fatto che il formato PDF non risente assolutamente della piattaforma usata: infatti il documento PDF non include indicazioni specifiche né per hardware né per software né per sistemi operativi usati e ciò vuol dire che può essere visualizzato da tutti. Ciò ha chiaramente contribuito alla sua larghissima diffusione: infatti si parla di multipiattaforma: i file PDF possono essere visualizzati e stampati su qualsiasi piattaforma: Mac OS, Microsoft® Windows®, UNIX® e molte piattaforme mobili. Un altro dei motivi per cui il formato PDF ha rivoluzionato la circolazione dei documenti in rete (ricordiamo che molte ditte offrono i manuali di installazione proprio su formato PDF) è che molte immagini, che prima non erano spedite correttamente, adesso, tramite questa modalità, non corrono il rischio di essere danneggiate o alterate: esiste una garanzia per l’integrità delle informazioni contenute nei file che hanno lo stesso aspetto dei documenti originali e mantengono inalterate le informazioni dei file sorgente (testo, disegni, video, oggetti 3D, grafica a colori, foto ecc.) indipendentemente dall'applicazione utilizzata per crearli. Un altro vantaggio è la sicurezza: è possibile apporre firme digitali o password che proteggono i contenuti dei documenti PDF, così un documento può essere visualizzato ed usato solo dall’utente in questione. 

  

 

IL PDF

 

Mi sono iscritta all'università per entrare nel mondo della pubblicità ma,come spesso accade,durante gli anni e con le esperienze fatte le mie aspirazioni sono cambiate. Ora sto facendo l'addetto stampa e quindi gioco forza mi sono trovata a "scontrarmi" con il computer e i suoi formati. Sono sempre stata una fedele amica di Word..anche perché era l'unico formato che conoscevo finché,dovendo inviare i miei comunicati stampa tramite e-mail,mi sono sentita rispondere che il formato con cui li salvavo,i giornali e le TV,non riuscivano ad aprirlo..e ora? Dopo un attimo di panico ho deciso di provare ad utilizzare il formato PDF e tutto s'è risolto. Ora tutti riescono ad aprire i miei file,per me il PDF è stata una bella scoperta e una grande soluzione,sono riuscita ad "abbattere così tutti i conflitti di letture tra un programma e l'altro". Senza contare il fatto che in questo modo quello che scrivo è al sicuro dalle modifiche di terza..per quelle ci pensano già i giornalisti quando ci scrivono gli articoli sopra.

Francesca Schiaroli

http://francyschiaro.blogspot.com

  

 

Compitino 3: il pdf

 

Prima di tutto se un file ha l’estensione “.pdf ”, significa che si tratta di un tipo di file in formato PDF (Portable Document Format), sviluppato da Adobe Systems, Inc.

Il formato PDF ha rivoluzionato la diffusione dei documenti sulla rete. Il formato pdf è stato definito da alcuni come “universale”, difatti migliaia di utenti hanno scelto di diffondere i loro documenti in formato PDF in quanto è uno dei pochi formati che garantisce affidabilità in quanto è possibile proteggere attraverso firme digitali o password il documento; portabilità e compatibilità indipendentemente dalla piattaforma che si sta utilizzando, infatti, le informazioni del file sorgente rimarranno inalterate a prescindere dall'applicazione utilizzata per creare il file.

Chiunque abbia utilizzato questo tipo di file riscontrava però alcune limitazioni che fino a poco tempo fa rendevano difficile ad esempio l’estrazione dei contenuti di un file PDF per renderli modificabili attraverso Word o Notepad. Per chi si sta ancora disperando una possibilità viene data agli utenti da alcuni applicazioni (free o a pagamento), piccoli programmi semplici da utilizzare che permettono di caricare file PDF e di convertirli in documenti Word, rendendo dunque il testo, eventuali grafici o immagini completamente selezionabili e modificabili.Di programmi che risolvono questo piccolo ma noioso problema ormai ce ne sono diversi, io personalmente mi sono trovata bene con questo eseguibile: “ Pdf to Word ”.Spero di esser stata utile a qualcuno! alla prossima ;)

Debora Fanciullacci

 

http://de88livellozero.blogspot.com/ 

 

 

PDF... e te chi sei!??

 

..e questo cosa sarebbe??come mai non si apre??ecco il famoso dogma dell’informatica,ecco il memorabile PDF..

è stato ideato da Adobe Systems e costantemente perfezionato nei suoi 15 anni di vita, il formato PDF (Portable Document Format) consente di acquisire e visualizzare in modo affidabile informazioni provenienti da qualsiasi applicazione o sistema di computer e di condividerle con chiunque in qualsiasi luogo.

Privati, aziende ed enti pubblici di tutto il mondo si affidano al formato PDF per comunicare le loro idee e la loro visione.

Il PDF è letto dall’Acrobat che è un programma scaricabile gratuitamente per tutte le piattaforme di computer nella versione Acrobat Reader.

 

Una mia particolare attenzione è stata rivolta all'immissione di password:

Apri il PDF

Aprire il documento che si desidera proteggere in formato PDF e selezionare File Print.

Seleziona il driver della stampante

Nel menu Print che compare, seleziona il driver della stampante di Solid Converter® PDF e clicca OK.

Imposta le proprietà dei documenti

Nella finestra che appare, dai un nome al tuo file, assicurati che la richiesta per Document Properties è selezionata e clicca Create .

Crittografa il tuo file PDF

Seleziona il livello di crittografia per il tuo file PDF, seleziona le azioni desideri consentire senza una password, immetti la password e fai clic su OK. Ciò consente di ottimizzare i file sia per la sicurezza o la compatibilità con le versioni precedenti di Adobe Reader .

I tuoi documenti protetti

Quando apri il tuo file PDF in Adobe Reader, vedrai che è "SECURED". Gli utenti non saranno in grado di utilizzare le funzionalità che sono state limitate.

Richiedi la password

Qualsiasi manipolazione del documento che non è già consentita, richiederà all'utente di inserire una password se si vuole continuare.

 

Una notizia che mi ha fatto molto piacere sapere è che è possibile trasformare un intero libro in PDF, comprendente tutte le sue immagini, conservarlo su un CD e poterlo gestire per una ristampa o una semplice archiviazione da mettere al servizio delle biblioteche.

 

Attualmente infatti, le biblioteche catalogano e custodiscono libri che col tempo, con il continuo utilizzo del pubblico, sono destinati all’usura,ma grazie al pdf questo non accadrà più!!!

 

RISORSE: wikipedia, soliddocumentes, gutemberg2000

 

Benedetta Toti

http://www.lasposabifronte.blogspot.com

  

 

ALT! Protezione PDF!

 

Il formato PDF (Portable Document Format) è un file basato su un linguaggio di descrizione di pagina per rappresentare documenti in modo indipendente dall'Hardware e dal Software utilizzati per generarli.

Penso che uno dei maggiori vantaggi dell'utilizzo di un file PDF consista nella sua sicurezza, in quanto ha lo stesso aspetto del documento originale e mantengono inalterate le informazioni, quali grafica, testo, oggetti 3D, video, foto, ecc. Esso consta di un singolo file, ha un contenuto già interpretato e, inoltre, al suo interno vengono tenute informazioni sulla sicurezza: documento stampabile/non stampabile, eventuale protezione con password, selezione di testo bloccata/non bloccata...La protezione di un documento PDF ha una chiave di crittografia fino a 128 bit.

Tutto ciò è importante per Enti pubblici e Aziende di tutto il mondo che si affidano a questo formato per ricevere o condividere informazioni, magari anche di una certa importanza, pur mantenendone l'integrità.

 

Lara Bartali     

 

http://larabartali.blogspot.com

  

 

Creare documenti PDF

 

 

La più famosa caratteristica che ha anche decretato il successo di Adobe Reader è quella di essere un software multipiattaforma. Questo ha permesso a milioni di utenti di poter leggere documenti indipendentemente dal tipo SO usato, software, ecc. . Infatti il PDF è un formato molto utile per garantire la visualizzazione e la stampa fedele dei documenti che inviamo.

 

Adobe Reader, come dice il nome stesso, è solo un lettore di documenti PDF. Per crearli ci sono tre modi diversi:

 

1) Utilizzare Adobe Acrobat, l'apposito programma di Adobe.

 

2) Produrre documenti PostScript e trasformare i documenti postscript in documenti PDF.

 

3) Utilizzare altri programmi che generano direttamente documenti PDF.

 

Per quanto riguarda l'ultimo punto è disponibile la suite "libera" per l'ufficio Openoffice.org. Ogni applicazione presente in questa suite ha una funzionalità integrata che permette facilmente di esportare i documenti in PDF, mentre la più famosa suite di Microsoft non prevede direttamente questa funzione.

Un'altra importante caratteristica del formato è quella di poter gestire diversi standard di sicurezza, quali la crittografia e la firma digitale: caratteristiche che si rendono necessarie per lo scambio di documenti online.

 

http://aleeec.blogspot.com/2008/11/creare-documenti-pdf.html 

 

  

Compito su file PDF

 

 

Francamente è la prima volta che mi trovo a riflettere sull’importanza di un file Pdf. Personalmente fino ad oggi non avevo capito cosa fosse un file Pdf e nemmeno quale fosse il suo reale utilizzo. Navigando su internet alcune volte mi sono imbattuto in questi file per me alieni. Mi spiego è capitato, alcune volte, che aprendo una pagina internet, per vedere alcuni contenuti mi fosse richiesto di aprire un file Pdf, io non facevo altro che cliccare una “apri” e “huala”! Il gioco era fatto, il contenuto da me richiesto si apriva. Nel momento in cui entravo su quel determinato documento la cosa che più mi sbalordiva stava nel fatto che all’interno dello stesso non si poteva compiere alcuna operazione; come ad esempio, banalmente modificare l’intestazione del titolo. Questo mi ha un po’ stupito, non capivo perché io non potessi “interagire” con il testo. Successivamente quando mi è stato assegnato questo compito, mi sono documentato “girando” per la rete, di quale fosse il reale utilizzo dei file Pdf. Ho capito, sperando di non sbagliare, che una delle qualità maggiori dei Pdf, risiede proprio nella sua non modificabilità almeno non semplicistica, in quanto può permettere di non modificare l’importo di una fattura, ad esempio. Quindi per me, ripeto per me, adesso il file Pdf è visto soprattutto come strumento di tutela nei confronti di chi emette una qualsiasi risorsa nel mondo di internet.

 

 

ALESSANDRO PENNINI

http://alepenna.wordpress.com/2008/11/19/compito-su-file-Pdf/v

 

 

Compitino n.3 sul formato pdf 

 

 

È la prima volta che mi trovo a dover riflettere sull’importanza di un file Pdf; probabilmente perché non ho mai avuto la necessità di crearne uno o forse semplicemente perché ne ignoravo la funzionalità. È capitato di frequente, scaricando file da internet, di trovarmi davanti documenti salvati in questo formato, e sinceramente quando è capitato, non ero entusiasta neanche un po’. Sarà che l’informatica non fa per me e la pazienza non è il mio forte, ma in genere, le ricerche che mi trovavo a fare su internet, riguardavano un solo argomento all’interno di file lunghi pagine; il fatto di non poter tagliare porzioni di testo o integrare con miei pensieri quel prodotto già pronto, mi disturbava! Poi, cercando informazioni per creare questo post, ho scoperto che l’elemento di disturbo, era invece la caratteristica più preziosa di questi file. Riporto leggendo: <<Il Pdf  è utilizzato per rendere disponibili, attraverso CD-ROM o

Internet , documenti rappresentanti pagine stampate. Le pagine appaiono a schermo e possono essere stampate ma non modificate…>> Questo aspetto all’apparenza banale, rappresenta la chiave del baule con il tesoro dello scrittore… Noi utenti del mondo internet, possiamo fruire della ricchezza senza impossessarcene! Ripensandoci è giusto così, fosse mai che una volta potessi impossessarmi pure io di un tesoro…

 

Alice Gazzareni 

http://ilmondodialice.wordpress.com/2008/11/18/compito-n-2-il-formato-pdf/

 

 

 

Adobe Reader e formato PDF

 

La distribuzione gratuita di Adobe Acrobat Reader ( 500 milioni di copie ad oggi ) è stata una delle operazioni commerciali più fortunate ,visti i risultati , nel campo dei software. Infatti rendendo accessibile a chiunque possegga un computer, il programma di lettura , si incentiva , ovviamente , l'utilizzo del programma di scrittura (Adobe Acrobat) , il quale messo in vendita da Adobe ha fatto la fortuna di questa casa informatica . Inoltre la grande duttilità (è compatibile con qualunque piattaforma : Mac Os, Win , UNIX e altro) e versatilità del file pdf ha fatto in modo che molte aziende e istituzioni statali lo usassero come documento standard per comunicati, guide,avvisi , depliant ,ecc ... rendendo il suo utilizzo globale. Da poco il formato pdf è diventato standard iso ponendosi così come uno dei più importanti formati per la condivisione di file. Certamente questo grande successo deriva anche dal fatto che i file in formato pdf sono sicuri, affidabili e di facile utilizzo

 

 

Matteo Giorgetti (per il post sul mio blog cliccare qui)

 

 

Compitino 3

 

Girando un pò nella rete ho trovato cose su questi file pdf delle quali ero decisamente all'oscuro...una di quelle che più mi ha colpito è la possibilità di mettere deele password a questi documenti. Allora dato che i file pdf sono molto comodi da usare e da leggere e che vengono usati molto di più rispetto ai file doc per l'invio di documenti e contabilità tra aziende, potrebbe esserci, in alcuni casi, il bisogno di mettere delle restrizioni a tali file, restrizioni che possono riguardare la stampa di questi e la loro modificazione o delle vere e proprie password. Per applicare queste password si possano usare o programmi a pagamento o più semplicemente e soprattutto più economicamente con dei programmi Open Source, uno dei quali potrebbe essere PDFCreator che è utilizzato per creare dei file pdf da qualsiasi tipo di documento stampabile, utilizzando una stampante virtuale. Attraverso delle opzioni di questo programma è possibile mettere password e restrizioni ai file pdf che creiamo...tutto questo permette di aumentare la protezione dei nostri documenti, anche se la protezione non è totale, sia perchè si deve mandare al destinatario la password, sia perchè ci sono dei programmi che consentono di scavalcare le password create con PDFCreator.

 

La fonte dalla quale ho preso spunto è www.web-experiments.org/2008/08/05come-proteggere-undocumento-pdf-con-password/

 

Morandi Massimiliano www.dinomagudino.blogspot.com

 

 

 

Compito n° 3 

  

Il formato PDF (Portable Document Format), sviluppato da Adobe Systems, è un file che mantiene la formattazione del documento originale sia per la stampa che per la visualizzazione su piattaforme diverse quali ad esempio Windows, UNIX e Mac.

E' decisamente utile questo tipo di formato:

- I file PDF possono essere "linearizzati" per consentirci di visualizzare il documento prima che sia stato interamente scaricato.

- I file PDF possono essere inclusi nei siti Web senza soluzione di continuità.

- I file sono ben protetti, non possono essere modificati o copiati e perfino stampati.

- Sui server Web più usati non ci sono obblighi di compressione, traduzione o filtraggio per l’uso di questi formati PDF.

- E' infine possibile aggiungere segnalibri, miniature a ciascuna pagina, link interni ed esterni, campi per moduli, pulsanti per la navigazione, note per l’annotazione di informazioni e visualizzazioni per ingrandire o ridurre le dimensioni di una pagina in modo che possa adattarsi al nostro schermo.

 

 

3° compito x l'uni...Il PDF...Questo misterioso, utile amico...

 

 
Ce l'abbiamo sempre avuto vicino...è un'estensione utilissima (o almeno io penso che lo sia). Di cosa sto parlando??? E' il PDF. Ma che cos'è di preciso questo formato???
 
Ebbene è un’estensione che negli ultimi anni si è diffusa molto e che si può aprire solo con programma specifico sviluppato da Adobe, cioè Acrobat Reader. Molte società utilizzano questo programma perché è molto semplice ed intuitivo e alcuni programmatori, a quanto si sente dire ultimamente, stanno cercando un modo per far sì che nasca un programma capace di convertire un semplice documento in formato .pdf.
  
Con questa applicazione si possono addirittura conservare libri, anche preziosi e antichi, semplicemente convertendoli in questo formato per poter essere, ad esempio, masterizzato su cd e quindi meglio gestito.
  
Ora passo ad elencare le funzioni che mi sembrano + importanti: 
 
 
 
  • Protezione: ogni documento in PDF può essere criptato da una password che consente di vietare la manomissione del documento stesso pur lasciando la facoltà di farlo leggere e stamparlo;
  • Allegati: si possono creare dei link a filmati, suoni o ad altri documenti contenuti nella cartellina dell’intero lavoro;
  • Collegamenti: all’interno di un documento in PDF è possibile creare dei link che rimandano ad altri documenti;
  • Condivisione: è stato progettato per permettere una condivisione al 100%, chi lo riceverà lo leggerà perfettamente senza problemi di compatibilità;
  • Indicizzazione: è possibile creare un indice che collega ad ogni pagina o a parte di esso;
  • Pronto per la stampa: vi permette di poter inviare il documento da stampare direttamente in tipografia.
 
Mi è capitato e mi capiterà di utilizzare questo strumento per poter leggere alcune guide o per scaricare manuali o altri files da internet (anche libri di scuola) e ritengo che sia molto comodo, come già argomentato sopra.
 
 
Spero che il mio intervento sia piaciuto.
 
 
Ciao
 

 

 

  
 

Finalmente(scusate il ritardo): Compito N°3...DE PDF

 

PDF...pdf, quando mi trovavo a giro per la rete e dovevo scaricare immagini, documenti mi guardavo bene di non scaricare file che non terminavano con .doc, .txt, .JPG o .xls; quando mi ritrovavo faccia a faccia con un file .pdf, entravo nel panico: nè word, nè il buon vecchio "blocco note" riusciva a leggermi il file..sta di fatto che nonostante l'impossibilità di aprire la maggior parte dei documenti che scaricavo non demordevo e mi ostinavo a non voler scaricare il programma adatto per leggere quel tipo di file.

Finalmente un giorno, obbligata da non so che cosa o chi, ho deciso di aggiungere ai programmi del mio pc Acrobat Reader in grado di leggere i .pdf... MIRACOLO! E da quel momento ho proprio scoperto un mondo: una grafica eccezionale, un qualcosa che non riesco nemmeno a capire ma che mi piace tantissimo.

Fino a pochi giorni fa non mi ero mai interessata sulle orgini di questo formato, nè sulle svariate funzionalità che offre...poi leggendo il compito assegnato, un pò per dovere, un pò per curiosità, ho deciso di informarmi e di andare alla ricerca di notizie riguardanti il buon vecchio .pdf.

Ho trovato non so quante informazioni, la maggior parte per me incomprensibili, quindi voglio evitare di fare un copia e incolla diretto scrivendo cose che non so manco cosa vogliono dire.

Il pdf (portable document format) fu creato dalla Adobe Inc nell'ormai lontano 1993 e viene letto con il programma chiamato Acrobat Reader. I vantaggi sono innumerevoli ma quelli che io ritengo migliori sono:

  • Un file PDF risulterà visualizzabile, leggibile e stampabile da qualsiasi sistema operativo.

  • Un file PDF sarà una riproduzione esatta del layout originale: colori, immagini, caratteri, font ed altro.(Ed è lacosa che fondamentalmente mi attira di più, una grafica eccezionale mantenuta intatta senza dover fare rimaneggiamenti vari).

  • Un file PDF è affidabile. Nel Web circolano oltre 200 milioni di documenti PDF. Ciò è dovuto alle innumerevoliorganizzazioni che hanno scelto il formato PDF per acquisire e far circolare informazioni.

  • Un file PDF è garanzia di sicurezza. Sarà possibile rendere unico un file proteggendo il contenuto mediante firmedigitali o password. Sarà possibile anche limitare l'interattività del file disabilitando, ad esempio, la stampa o la copia del file.

  • Lo standard PDF è uno standard aperto. Tutti hanno la possibilità di creare applicazioni che permettano lavisualizzazione, la lettura e la creazione di file PDF senza pagare i diritti (royalties) alla Adobe Systems.

  • Il formato PDF ha rivoluzionato la diffusione dei documenti sulla rete. Migliaia di aziende hanno scelto didiffondere i loro documenti in formato PDF in quanto è l’unico formato che garantisce affidabilità, portabilità e compatibilità indipendentemente dalla piattaforma che si sta utilizzando.

Insomma mi piacerebbe moltissimo poter sapere usare il .pdf, perchè mi sto decisamente limitando ad aprire, leggere e chiudere file; piano, piano faccio progressi, capendo una piccola funzione alla volta...forse tra un 50ina di anni lo saprò usare decentemente, o almeno spero... :)

 

Camilla Bruni http://kamy.splinder.com/post/19254188/Finalmente(scusate+il+ritardo)

 

terzo compitino blog: PDF

PDF..adesso tocca a me..in fondo, meglio tardi che mai! Dunque,una cosa che ignoravo e che invece con questo compitino ho saputo è che PDf significa Portable Document Format. Non ho moltissima confidenza con questo particolare tipo di formato, però, per quella che è la mia piccola esperienza valuterei assolutamente positivo il pdf! Ho lavorato con pdf soprattutto durante il periodo di tesi e l'ho trovato a dir poco fantastico, a differenza di word che ho tanto maledetto! Facile e leggero da inviare via mail,rende molto semplici le operazioni di "copia incolla" e "inserisci immagini", mantiene intatto l'aspetto grafico e inoltre è l'unico formato che ti richiedono in copisteria quando devi stampare documenti molto lunghi!!!Inoltre un'alternativa all'acquisto del programma per creare pdf può essere la stampante virtuale, che si scarica direttamente da internet e ti permette non solo di convertire un qualsiasi formato in pdf, ma anche di crearne uno a  costo zero. Quindi per chi non lo sapesse..virtualizzatevi, conviene!!! ;)

 

Chiara De Matteis    http://chjara.wordpress.com/2009/02/06/terzo-compitino-blog/

 

 

 

 

 

 

Per  Divulgare Fedeltà

Il Pdf è un formato molto utile per garantire la visualizzazione e la stampa fedele dei documenti che inviamo. Per comodità o abitudine si preferisce maneggiare un file word, anche se accumulando esperienza con il formato Pdf e la sua barra di strumenti, posso dirvi che è ormai mi è indifferente utilizzare l'uno piuttosto che l'altro. La produzione di un documento in Pdf è un 'operazione molto semplice, realizzabile con diversi sistemi: dai software di installazione di stampanti virtuali ad un "add -in per Office 2007" di Microsoft. Modificare un file in Pdf diventa più complicato ed è una funzione affidata a specifici software. L'aspetto più innovativo collegato al Pdf che ho colto, attraverso una opportuna documentazione sul web, nonché tramite l'esperienza diretta di una mia parente dipendente presso la Camera di Commercio di Agrigento è che dal 15 gennaio scorso è scattato l'obbligo per il Registro delle Imprese del suddetto Ente  di depositare tutti i documenti informatici tramite il formato PDF/A. Per un'archiviazione a lungo termine l'utilizzo di questo formato rappresenta infatti la scelta migliore. Il formato PDF/A (regolato dallo standard pubblico ISO 19005-1 Document management - Electronic document file for long-term preservation - part. 1 Uso of PDF 1.4 (PDF/A-1) può essere creato utilizzando  strumenti "open source" e gratuiti oppure quelli soggetti a licenza e a pagamento. Di seguito le istruzioni: 

 

 

Scarica il Manuale Operativo per la creazione di documenti elettronici (file) in formato PDF/A

 

 

 

Deborah Annolino : http://deborahannolino.wordpress.com/2009/02/26/per-divulgare-fedelta-scegli-pdf/

 

 

PDF e Form

Avevo sempre pensato che non si potesse scrivere su un PDF, fino a che l’anno scorso non mi capitò di dover riempire i moduli di richiesta per un visto. Incredula, mi accorsi che in realtà potevo riempirli direttamente digitando sulla tastiera. Come era possibile? Amici informatici mi svelarono il segreto: si possono creare PDF con delle Form in cui si possono mettere dei campi da riempire. In questo modo è possibile per il mittente assicurarsi che non venga modificata la struttura del documento, mentre il ricevente può compilare e spedire i moduli direttamente via computer, senza dover stampare, riempire a mano e faxare.

Gli uffici che ricevono le Form in PDF hanno anche la possibilità di compiere sui moduli tutte le operazioni che compirebbero col cartaceo: possono annullare, confermare o apporre una qualunque scritta in sovrimpressione utilizzando il Watermarking, ovvero un sistema di scritte sopra il testo, eventualmente anche in trasparenza, che può svolgere tutte le funzioni del vecchio timbro e molto di più. Immaginiamo se un ufficio postale utilizzasse questo tipo di PDF al posto del vecchio bollettino cartaceo (sì, proprio quello che va riempito tre volte con le stesse informazioni): quanto tempo potremmo risparmiare e, soprattutto, quanti alberi verrebbero tagliati in meno?

 

Giulia Sereni: juliaellis.wordpress.com/2009/03/07/pdf-e-form/

 

 

 

PDF… acerrimo nemico del copy & paste!!!

 

Difficile descrivere una particolare caratteristica del PDF evitando ripetizioni, dopo che una quarantina di studenti ne hanno parlato prima di me… ma vediamo un po’ cosa verrà fuori!

E’ormai assodato, dalla nostra pagina di Wiki e dal web intero, che il PDF (Portable Document Format) è un formato di file che permette di visualizzare documenti senza che questi siano ulteriormente modificati al momento della lettura, indipendentemente dai software e dagli hardware utilizzati. L’altro vantaggio (molto ben accetto) è che il lettore Adobe Reader (e software simili) sono scaricabili gratuitamente.

La mia opinione sui file PDF è mutata nel tempo: quando ero alle prime armi col pc, spesso mi capitava di usare internet come enciclopedia, ma non appena aprivo i file PDF e vedevo quella “manina” sul foglio, mi scoraggiavo perché non potevo estrarre immagini, né parti del testo… quasi mi indispettiva che ci fosse una protezione per il lavoro altrui e non mi spiegavo perché anche quei files non fossero “public domain” (il fumetto Bound by Law - http://www.law.duke.edu/cspd/comics/ - mi ha davvero illuminata!!!).

Successivamente ebbi anch’io bisogno di trasformare un file Word in PDF, era diciamo, una questione di vita o di morte, si trattava della mia tesi, in cui il numero di colonne per pagina cambiava di pagina in pagina e il rischio che qualcosa al momento della stampa si sostasse era alto! Ma con la conversione in PDF, non ebbi motivo di avere ansia perché le stampe erano perfette, cosi come le vedevo io sul mio pc!

Pertanto, da questo punto di vista, ritengo che i file PDF siano un supporto fondamentale sia per chi riceve i documenti e non va incontro a stressanti inconvenienti per i quali, se si è fortunati e si riescono ad aprire i file, rischia di trovarsi davanti ad un collage disordinato di testi, immagini e quant’altro; e si per chi li crea che può così tutelare il proprio lavoro.

 

 

Michela Scaramuzzino http://michi-daisymiller.blogspot.com/

Fonti:

http://it.wikipedia.org/wiki/Portable_Document_Format

http://infomedfi.pbworks.com/post_translation_assignment_3

 

 

Comments (13)

Olivia Guardi said

at 4:48 pm on Nov 19, 2008

Ciao! Vi risentireste se cercassi di dare una certa uniformità a questa pagina? Un unico font, un unico colore, una grandezza standard per i titoli ed una per il contenuto?

egocentricamente said

at 7:57 pm on Nov 19, 2008

No Olivia, non ci risentiamo :) fra l'altro ti posso chiedere un paio di consigli visto che ci vai giù duro con la grafica?

Olivia Guardi said

at 1:46 pm on Nov 20, 2008

Ceramente ^__^ Spero di poterti aiutare

Olivia Guardi said

at 2:18 pm on Nov 20, 2008

Ho incominciato... devo finire. Ho incontrato qualche problema a sistemare le formattazioni. Evidentemente i copia-incolla hanno creato quache conflitto... Immagino che il codice sia "pasticciato". Purtroppo ne capisco pochissimo. Se ho fatto danni... (per ora mi sembra di no) MI DISPIACEEEEEE! Pensavo fosse più semplice!

Olivia Guardi said

at 8:54 pm on Nov 20, 2008

Bene. Credo che complessivamente la pagina sia un po' migliorata. Non quanto avrei voluto... ma meglio...

marta said

at 7:47 pm on Dec 5, 2008

c'è qualcuno?? perché se inserisco il mio compitino non me lo salva ma mi dice che ci son problemi di server??? e poi.. per inserirlo devo cliccare su edit, giusto??

Olivia Guardi said

at 12:58 am on Dec 6, 2008

sì, devi cliccare su edit. Per i problemi del server non ne ho idea...

Andreas Formiconi said

at 10:06 am on Dec 6, 2008

Era sparito un pezzo, l'ho reintegrato, credo ;-) grafica a parte ...

Trapani Marco said

at 1:53 am on Dec 14, 2008

Cara Olivia, se vuoi divertirti con la formattazione dei testi sei costretta ad imparare il codice HTML, e a muoverti "rapidamente" con la tastiera, altrimenti è un incubo.
In pratica, mentre sei in EDIT di una pagina, prova a schiacciare il bottone "Source" nella seconda fila dei comandi in alto; la pagina ti appare in formato HTML (quello, per indentersi, con un sacco di < e > e parole inglesi nel mezzo...)
Lavorando in questo formato lo puoi "pulire" a modo, e rischiacciando "Source" lo rivedi in formato "finale".
Prima di metterci le mani guardati un minimo di corso HTML, in rete ne trovi a decine, e cerca di capire almeno le basi.
Se ti serve, quando ci vediamo a lezione per il Toschi parliamone, ti dò due dritte in più a voce.

Camilla said

at 9:33 pm on Dec 18, 2008

Hum.. mi sa che il mio post era sparito, l'ho rimesso.. spero di non aver fatto ulteriori danni!

Christian said

at 1:08 pm on Feb 7, 2009

ehm...spariti i posts??

chiara said

at 2:32 pm on Feb 7, 2009

ehm..si..spariti...sono stata io che distrattamente ho cancellato tutto..però ho già parlato col prof, stasera sistema tutto e ritorneranno gli altri posts...scusa a tutti....:)
chiara

Andreas Formiconi said

at 8:22 pm on Feb 7, 2009

Risistemato :-)

You don't have permission to comment on this page.