| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions! Dokkio, a new product from the PBworks team, integrates and organizes your Drive, Dropbox, Box, Slack and Gmail files. Sign up for free.

View
 

Corso di informatica - Internet - Architettura di rete - Reti

Page history last edited by Trapani Marco 11 years, 3 months ago

L'unità organizzativa di base su Internet è la rete. Normalmente Internet non connette singoli computer ma reti locali, comunemente denominate LAN. Ogni computer su Internet deve essere collegato ad una rete di computer la quale a sua volta può appartenere ad una rete più grande, come ad esempio una rete regionale, o essere la rete di un fornitore commerciale di accesso ad Internet ISP.

Le reti sono collegate fra loro mediante i nodi. I nodi consentono di "saltare" da una rete all'altra. Se vogliamo, Internet può essere definita come un grande insieme di reti connesse fra loro.

La chiave del successo di Internet è che le reti possono impiegare tecnologie diverse: linee telefoniche, fibre ottiche, satelliti e via dicendo. L'elemento che ha consentito di ottenere questo risultato è il protocollo TCP/IP. Esso permette, mediante un insieme di regole, comunicazioni tra macchine aventi diversi hardware di rete e differenti sistemi operativi.

Le reti di comunicazione possono essere suddivise in due tipi fondamentali:

 

  • Commutazione di circuito
    • Comporta una reale connessione fisica tra due dispositivi comunicanti realizzata attraverso la connessione di nodi intermedi sulla rete.
    • Il collegamento fisico stabilito è dedicato in modo esclusivo a quella sessione di comunicazione.

     

  • Commutazione di pacchetto
    • Non comporta l'attivazione di un collegamento dedicato tra un computer ed un altro

       

    • le connessioni sono utilizzate solo per il tempo strettamente necessario

       

    • consente lo svolgimento simultaneo di più comunicazioni fra computer, massimizzando così l'utilizzo dei mezzi trasmissivi impiegati

       

 

Le reti di telecomunicazioni per trasmissione dati sono classificate in base alla dimensione dell'area che coprono. Comunemente vengono infatti differenziate in funzione della loro estensione:

 

  • reti locali (LAN, Local Area Networks), nel caso in cui si estendano per pochi chilometri, e comunque limitatamente ad uno stesso edificio o ambito privato;

     

  • reti metropolitane (MAN, Metropolitan Area Networks), quando coprono un'intera città o area metropolitana;

     

  • reti geografiche (WAN, Wide Area Networks), quando coprono una distanza comunque grande.

 

I collegamenti possono essere effettuati con linee di diversa natura e caratteristiche. Normalmente, la velocità di comunicazione diminuisce passando dalle reti geografiche alle reti locali, ed il suo valore dipende fortemente dall'evoluzione delle tecnologie dei mezzi trasmissivi.

Le reti locali hanno come principale obiettivo la condivisione di risorse hardware e software tra computer appartenenti ad un sistema di calcolo che si estende su un'area di modeste dimensioni (aziende, enti di ricerca, strutture universitarie,...).

Le reti geografiche sono soprattutto utilizzate per la condivisione di grosse basi di dati e per lo scambio tramite infrastrutture di comunicazione non tradizionali ed avanzate di dati, immagini, voce, ecc. .

Una rete locale è un sistema di comunicazione ad alta velocità progettato per collegare insieme, all'interno di una piccola area geografica, computer ed altre apparecchiature che elaborano dati.

Le reti locali consentono agli utenti di:

 

  • condividere elettronicamente risorse di calcolo vitali, incluse apparecchiature hardware come stampanti e lettori di CD-ROM, e programmi applicativi

     

  • trasferire i dati da un computer ad un altro

 

Una rete locale si differenzia principalmente per:

 

  • il mezzo trasmissivo impiegato (cavo coassiale, twisted pair, fibra ottica, segnali radio o raggi di luce infrarossa -wireless LAN);

     

  • la topologia (modo in cui sono interconnessi i nodi che compongono una rete )

 

Le reti geografiche si identificano sostanzialmente con le WAN la cui trama è costituita dalle dorsali: grandi "autostrade" di raccolta del traffico dati provenienti da LAN, MAN. In questa figura è rappresentata la rete del GARR, l'organizzazione che gestisce i collegamenti telematici fra le università italiane.

 

Una singola rete locale è soggetta a limiti quali:

 

  • l'estensione

     

  • il numero di sistemi di elaborazione che possono essere connessi sulla LAN

     

  • la velocità di trasmissione dei dati tra i computer

     

  • la quantità di traffico che può sostenere.

 

Per superare questi limiti occorre installare altre LAN e collegarle tra loro. Quando si collegano due o più reti si parla di internetworking. I punti di collegamento fra una rete e l'altra sono i nodi.

 

Le reti locali si sono così ampiamente diffuse perchè permettono agli utenti di condividere elettronicamente risorse di calcolo vitali, incluse apparecchiature hardware come stampanti e lettori di CD-ROM, programmi applicativi e, cosa più importante, perchè consentono di trasferire i dati da un computer ad un altro rendendo così fruibile l'informazione agli utenti che ne hanno bisogno per svolgere il loro lavoro.

 

Prima dello sviluppo della tecnologia delle reti locali, i computers erano isolati l'uno dall'altro e confinati nei loro specifici campi di applicazione. Collegando questi computers individuali attraverso una rete locale la loro utilità e produttività è stata aumentata enormemente.

 

Le principali alternative tecnologiche che determinano la natura di una rete locale sono il mezzo trasmissivo impiegato e la topologia.

 

 

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.