| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Work with all your cloud files (Drive, Dropbox, and Slack and Gmail attachments) and documents (Google Docs, Sheets, and Notion) in one place. Try Dokkio (from the makers of PBworks) for free. Now available on the web, Mac, Windows, and as a Chrome extension!

View
 

Corso di Informatica - Il futuro - Evoluzione sistemi client-server

Page history last edited by Trapani Marco 12 years, 12 months ago

Evoluzione del modello client-server

 

 

Il modello client-server rappresenta il modo di base per offrire servizi mediante reti e computer. Un computer ospita un software in grado di erogare un certo servizio, per esempio consultare un database di un certo tipo di informazioni. Questo computer assolve la funzione di server. Su altri computer connessi alla rete vi sono dei software che consentono di eseguire richieste di quel tipo servizi, per esempio interrogare quel database. Questi computer assolvono in tal caso la funzione di client. Si parla anche di lato server e lato client di un software. Per esempio, il programma che utilizzate per leggere la posta elettronica sul vostro computer a casa (Eudora, Pine, Outlook, Netscape e via dicendo) è il lato client del software di posta elettronica. Il programma che gestisce le caselle postali sul computer del vostro Internet Service Provider rappresenta il lato server del software di posta elettronica.

 

L'avvento di Internet utilizza pesantemente il paradigma client-server ma ha anche favorito la comparsa di una varietà di interazioni più articolate e complesse.

 

Il modo più convenzionale di utilizzare Internet è come uno sterminato repositorio di informazioni. In realtà sempre più spesso chiediamo ad Internet prestazioni che vanno al di là del semplice reperimento di informazioni. Per esempio possiamo fare acquisti e questo implica un'interazione con il sito che eroga questo servizio molto più complessa. Il sito in tal caso è un attore attivo che risponde alle vostre ricerche di articoli da acquistare, accetta i vostri ordini, coordina con criteri di sicurezza il pagamento e inoltra l'ordine alla rete distribuzione. Non solo, i sistemi più sofisticati mantengono traccia dello stato di spedizione degli articoli, tengono traccia dei vostri orientamenti e via via che appaiono nuovi articoli vi propongono, se avete accettato di essere contattati, le novità che presumibilmente gradite in base agli acquisti che avete fatto in passato. Per esempio, se avete acquistato un libro di programmazione Java, il sistema vi propone libri che trattano di argomenti correlati. Addirittura la pagina web del sito si trasforma in conformità con le vostre azioni e gli orientamenti deducibili da quest'ultime.

 

L'esempio del sistema di acquisto on line si descrive bene nell'ambito del modello client-server e ne rappresenta anche una versione sofisticata dove il server ha un comportamento che può essere anche molto complesso. Sono tuttavia apparsi modelli più articolati. Un ottimo esempio dei quali è il sistema Napster per lo scambio di brani musicali nato qualche anno fa e successivamente chiuso perchè inficiava gli interessi delle major discografiche.

 

Con Napster chiunque si poteva iscrivere al sistema e con questo aveva diritto ad accedere e scaricare una miriade di brani musicali. L'aspetto innovativo stava nel fatto che i brani non erano contenuti in un grande database bensì erano disponibili in certe cartelle (directory) dei dischi rigidi dei computer di tutti coloro che erano collegati al sistema in quel momento. Perchè questo era il patto per potersi collegare: tu ti colleghi gratis ma offri una certa quantità di spazio in una cartella del tuo disco nella quale puoi scaricare musica ma dalla quale altri utenti collegati possono raccogliere dei brani. Quindi, in ogni momento il database era costituito dall'insieme di tutte le cartelle contenenti brani musicali di tutti gli utenti collegati, un enorme database dinamico esistente solamente grazie al grande numero di utenti collegati, anche svariate centinaia di migliaia, in tutto il mondo.

 

Un altro sistema che citiamo solo di sfuggita è quello che gestisce gli scambi commerciali fra singoli soggetti. Si tratta di una sorta di aste telematiche dove voi offrite un prodotto che volete mettere in vendita e che potete vendere al miglior offerente. Sistemi di questo tipo si chiamano P2P dall'espressione peer-to-peer: pari a pari. Vuol dire un sistema che consente di mettere in relazione due individui che hanno interesse a svolgere una transazione di qualche tipo, per esempio vendere ed acquistare un oggetto.

 

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.