| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions! Dokkio, a new product from the PBworks team, integrates and organizes your Drive, Dropbox, Box, Slack and Gmail files. Sign up for free.

View
 

Corso di Informatica - Formato di testo - Open Office

Page history last edited by Trapani Marco 11 years, 3 months ago

OpenOffice (Versioni 2.x: pippo.odt - Precedenti versioni 1.x: pippo.sxw)

 

OpenOffice è una una suite di programmi per ufficio analoga a quella ben nota prodotta da Microsoft che si chiama Office. I principali componenti di Microsoft Office sono: Word per la scrittura di documenti, Excel per la produzione di fogli elettronici (o worksheets, che consentono l'organizzazione di dati numerici in tabelle sulle quali è possibile eseguire calcoli), Power Point per la realizzazione di presentazioni (per intendersi concepite secondo il modello di una sequenza di diapositive) ed Access per la realizzazione e gestione di basi di dati (raccolte di dati organizzati in modo da facilitare il recupero delle informazioni desiderate). I corrispondenti componenti di OpenOffice sono Writer per la scrittura di documenti, Calc per l'elaborazione dei fogli elettronici e Impress per la creazione delle presentazioni. Manca invece un componente analogo ad Access per la gestione delle basi di dati. Questa lacuna è tuttavia dovuta al fatto che nell'ambito del software Open-source esiste un prodotto di grande successo per la gestione di basi di dati che è MySQL. OpenOffice è liberamente disponibile sia per sistemi Windows che Linux. Per inciso il sistema di E-learning che ospita questo corso utilizza il database MySQL.

È veramente facile utilizzare i programmi OpenOffice per chi è abituato ad utilizzare prodotti simili a quelli Microsoft Office. Per quanto riguarda il formato dei file salvati con OpenOffice, è possibile impiegare il formato dei programmi Microsoft, tuttavia OpenOffice ha i propri formati “naturali”. La cosa interessante è che questi formati sono basati su XML con tutti i vantaggi che come abbiamo visto questo standard comporta. In realtà se proviamo ad aprire con un semplice editore di testo un file OpenOffice, non si trova niente di leggibile. Il motivo è dovuto al fatto che ogni volta che si salva un documento, OpenOffice produce un gruppo di file secondo gli standard usuali di XML e poi comprime il tutto in un unico file archivio con il sistema di compressione ZIP. Si può infatti facilmente verificare questo fatto decomprimendo con il programma Unzip (o le opportune opzioni di Winzip) un file prodotto da OpenOffice; si ottiene così un gruppo di file scritti secondo lo standard XML.

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.